Home » Musei » Napoli sotterranea L.A.E.S.

Napoli sotterranea L.A.E.S.

La L.A.E.S. (Libera Associazione Escursionisti Sottosuolo) è un’associazione che si propone di valorizzare e di divulgare la conoscenza del sottosuolo napoletano, che rappresenta uno straordinario patrimonio storico e culturale. Napoli, unica al mondo, è nata traendo il materiale da costruzione dalle sue stesse viscere. Una città a due livelli dove l’uno dipende dall’altro.

L’associazione, costituita nel 1989, è nata per iniziativa del suo fondatore: Michele Quaranta. Tutto è iniziato nel giugno del 1979 quando in una cavità sotto un palazzo ai Gradoni di Chiaia si incendiarono tonnellate di segatura e di rifiuti. I vigili del fuoco non riuscendo a domare l’incendio fecero sgomberare tutti i palazzi circostanti. Per giorni cercarono invano un accesso alla cavità in fiamme, fino a quando il futuro primo presidente della L.A.E.S. segnalò una vecchia scala che era stata murata e che ricordava aver visto da bambino. Venne così trovato il passaggio, spento l’incendio e riscoperto un ricovero antiaereo dimenticato. Questo rifugio capace di ospitare 4000 persone, abbandonato nel periodo postbellico, grazie alla L.A.E.S. è stato ora ripulito e reso visitabile.

L’unico scopo dell’associazione è quello di far conoscere a quante più persone le origini della città, i vecchi acquedotti, l’Acquedotto della Bolla, di origine greca, l’Acquedotto Augusteo, romano e l’Acquedotto del Carmignano del 1600 e le testimonianze di vita esistenti nel sottosuolo di Napoli. Mossi da questo spirito ed incoraggiati dai molteplici riconoscimenti da enti e istituzioni pubbliche e private, proseguiamo senza sosta nel nostro lavoro di ampliamento delle zone accessibili e nella loro messa in sicurezza per poter così dar vita ad un museo del sottosuolo napoletano.

Orari visite

La visita alla Napoli sotterranea è un’esperienza unica nel genere e sicuramente irripetibile.
L’escursione ha inizio nei quartieri spagnoli, da uno dei vicoli della Napoli vecchia, ed attraverso un percorso sotterraneo ha la possibilità di raccontare la storia della città, tramite un parallelo tra la Napoli di superficie e quella del sottosuolo, partendo dalle prime trasformazioni della morfologia del territorio, avvenute ad opera dei Greci a partire dal 470 a.C, fino a giungere ai nostri tempi.

Le escursioni si effettuano dal:

Lunedì a Venerdì:
10.00 – 12.00 – 16.30;

Giovedì:
10.00 – 12.00 – 16.30 – 21.00;

Sabato:
10.00 – 12.00 – 16.30 – 18.00;

Domenica e festivi:
10.00 – 11.00 – 12.00 – 16.30 – 18.00;

Raduno Piazza Trieste e Trento – (Bar Gambrinus)
Le escursioni durano circa 60 minuti

*Per gruppi organizzati, scuole pubbliche e private, è possibile effettuare escursioni anche in orari diversi da quelli indicati

Informazioni Utili:

  • Per effettuare la visita guidata non è necessaria la prenotazione. E’ sufficiente presentarsi al punto di ritrovo fuori al Bar Gambrinus in uno degli orari indicati. La prenotazione è obbligatoria solo se si desidera effettuare l’escursione in orari diversi da quelli programmati.
  • Si consiglia di indossare scarpe comode e, nei periodi caldi, una giacca.
  • Per chi soffre di claustrofobia è previsto un percorso alternativo in maniera da evitare i passaggi più stretti (cunicoli).
  • E’ possibile scattare foto.
  • Non ci sono controindicazioni alla visita con bambini.
  • E’ possibile portare amici a quattro zampe.

Info e prenotazioni:
Vico S. Anna di Palazzo, 52 80132 Napoli

Tel. 081400256 – Cell. 3339729875 | E-mail: laes@lanapolisotterranea.it

Sito ufficiale

Autore: Rosa
Tags