Home » Eventi » Da Goya a Maradona, Follia ed arte si incontrano a Napoli

Da Goya a Maradona, Follia ed arte si incontrano a Napoli

La prestigiosa Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta ospiterà fino al 27 Maggio la mostra itinerante curata dal critico d’arte Vittorio Sgarbi. Il visitatore si troverà immerso in un percorso mentale attraversato dal malessere esistenziale e disturbi psichiatrici di vari autori italiani e spagnoli, i quali con le loro manifestazioni pittoriche, scultoree e fotografiche hanno arricchito lo scenario artistico contemporaneo. Tale esposizione temporanea ospita oltre 200 capolavori di numerosi maestri internazionali, come Vincenzo Gemito, Antonio Ligabue, Carlo Zinelli, Cesare Inzerillo,  Francis Bacon e Francisco Goya.

Una mostra che indaga il legame tra arte e follia in un sorprendente allestimento immagini documenti oggetti raccontano le condizioni umilianti e dolenti dell’alienazione. È un repertorio non dissimile da quello doloroso nei reperti dei profughi nei campi di concentramento. Frammenti che evocano infinite tristezze, isolati, anche nella loro innocua Costituzione come un cucchiaio, una fialetta odontalgica del dottor Knapp virgola un pacchetto di alfa, una chiave. Nulla di strano o di originale, nulla di specifico; tutto di doloroso. “Entrate ma non cercate un percorso, l’unica via e lo smarrimento”. È l’introduzione al Museo della Follia. Poi si entra nella Stanza della Griglia. E si incontrano le persone. Uomini e Donne come noi, sfortunati, umiliati, isolati. e ancora vivi nella incredula disperazione dei loro sguardi. condannati senza colpa, incriminati senza reati per il solo destino di essere diversi, cioè individui. Inzerillo dà la traccia, evoca inevitabilmente Sigmund Freud e Michel Foucault, e apre la strada a un inedito riconoscimento, a una poesia della follia che muove i giovani in questa impresa: Sara Pallavicini, Giovanni Lettini e Stefano Morelli. determinati, liberi, folli. prima Matera, ora a Napoli. ed ecco il loro museo. nella storia dell’arte, anche prima dei casi clamorosi di Van Gogh e di Ligabue, molti sono gli artisti la cui mente è attraversata dal turbamento, che si esprimono in una lingua visionaria e allucinata. ognuno di loro ha una storia, una dimensione che non si misura con la realtà, ma con il sogno. è quel sogno, con piena soddisfazione, oltre ogni tormento, rappresenta.

Informazioni:

Dove: Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta – Piazzetta Pietrasanta (angolo Via dei Tribunali) Napoli

Orario: Dal lunedì a venerdì 10:00-20:00
Sabato e domenica 10:00-21:00
Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

Biglietti: € 12,00 – Ridotto € 10,00 *(Audioguida inclusa)

Contatti: Tel. 3470162769 – e-mail: biglietteria@museodellafollia.it

*Per info sui costi dei biglietti e delle riduzioni previste, visitare la pagina web www.museodellafollia.it o contattare la biglietteria 3470162769

Autore: Fabrizio
Tags