Home » Eventi » Concerti, mostre e visite per commemorare Carlo di Borbone

Concerti, mostre e visite per commemorare Carlo di Borbone

Carlo di Borbone è ricordato come il monarca illuminato, e a lui sono dedicati molti dei tanti eventi di Maggio dei Monumenti. Il programma è ricco di concerti, conferenze, mostre e visite che si svolgeranno per tutto il 2016 e parte del 2017. Ben quattro università saranno coinvolte per celebrare il sovrano: SUN, l’Orientale, l’Università Federico II e l’Università di Salerno.

Carlo Borbone è colui che ha permesso la realizzazione di grandi importanti monumenti come la Reggia di Caserta, il teatro San Carlo, la Reggia di Portici, la Reggia di Capodimonte, il Real Albergo dei Poveri e l’avvio degli scavi di Pompei ed Ercolano.

Aderiscono alle iniziative anche la Reggia di Caserta, l’Università di Madrid “Carlos III”  l’Archivio di Stato di Napoli, la Biblioteca Nazionale di Napoli, il Museo Archeologico Nazionale, il Teatro San Carlo, Palazzo Zevallos-Intesa San Paolo, l’Istituto di Studi delle Società del Mediterraneo del CNR, La Fondazione “Pietà dei Turchini”, la Società Napoletana di Storia Patria, l’Instituto di cultura “Miguel Cervantes” di Napoli.

Gli eventi sono inaugurati con la rappresentazione delle mostra “Il Regno ritrovato. Percorsi Culturali nella Napoli di Carlo di Borbone” presso la Biblioteca Nazionale di Napoli, in cui saranno visibili le opere da lui promosse durante il suo regno attraverso dei rarissimi documenti, tra cui anche manoscritti. La mostra sarà alla Biblioteca Nazionale di Napoli dal 1 maggio al 5 novembre 2016.

Il 4 novembre, invece, ci saranno i festeggiamenti al Teatro San Carlo, per il suo onomastico, con la rappresentazione dell’opera “Achille in Sciro” di Pietro Metastasio su musica di Domenico Sarro  ed il  Convegno internazionale, “Napoli, Spagna, America. Le vite di Carlo di Borbone”, che si terrà tra il 3 e il 5 novembre.

Programma delle Celebrazioni

  • 1 maggio/5 novembre, Sala Esposizioni Biblioteca Nazionale di Napoli – “Il Regno ritrovato. Percorsi Culturali nella Napoli di Carlo”, Mostra iconografica e documentaria – a cura della Biblioteca Nazionale di Napoli.
  • 6/7 maggio, Reggia di Portici – “Corte e cerimoniale di Carlo di Borbone a Napoli”, a cura di Anna Maria Rao.
  • 7 maggio, Chiesa di Santa Caterina da Siena – ore 20.30 – “Musica per flauto dei regni di Carlo VI di Napoli e III di Spagna”. Ensemble “La Folìa”- a cura della Fondazione Pietà dei Turchini in collaborazione con l’Instituto Cervantes di Napoli.
  • 14 maggio, Chiesa di Santa Caterina da Siena – ore 11 – Conferenza “La musica strumentale e la Real Cappella dal Viceregno a Carlo di Borbone” – a cura della Fondazione Pietà dei Turchini.
  • 14 maggio, Chiesa di Santa Caterina da Siena – ore 20.30 – Concerto “The Fiery Genius” estro e rigore nella musica strumentale napoletana. Ensemble Aurora Enrico Gatti direttore – a cura di Pietà dei Turchini
  • 17 maggio, Università “L’Orientale”, Napoli – “Carlo di Borbone tra Spagna e America”, a cura di Luigi Mascilli Migliorini.
  • 15 giugno, Università di Salerno, Fisciano – “La storiografia sullo Stato moderno nel Settecento: fonti e problemi”, a cura di Aurelio Musi.
  • 14 ottobre, SUN, Aulario di Santa Maria Capua Vetere – “Simboli e miti della Sovranità. A cura di M.L.Chirico, R.Cioffi, Simonetta Conti, A. Grimaldi, Francesco Cotticelli, G.Sodano.
  • 4 novembre, Teatro San Carlo, Napoli – Rappresentazione dell’opera “Achille in Sciro” di Pietro Metastasio su musica di Domenico Sarro.
  • 17-19 novembre, Università “L’Orientale”, Napoli – “Carlo di Borbone: un sovrano nel mosaico culturale dell’Europa”, a cura di Augusto Guarino.
  • 12-13 dicembre, SUN, Dipartimento di Scienze Politiche, Caserta – “Lo stato moderno napoletano: storiografia e fonti, a cura di Giuseppe Cirillo e Gian Maria Piccinelli.
  • Il primo anno di attività sarà concluso da un Convegno internazionale, intitolato: “Napoli, Spagna, America. Le vite di Carlo di Borbone.”, che si terrà tra il 3 e il 5 novembre 2016 con il coinvolgimento dei maggiori studiosi internazionali dell’argomento e che si terrà tra Palazzo Zevallos e il Museo Archeologico di Napoli. Il Convegno si aprirà nel Teatro di Corte della Reggia di Caserta con un concerto inaugurale a cura della Fondazione Pietà dei Turchini dal titolo “La musica nell’epistolario di Carlo di Borbone”, con Stefano de Micheli cembalo e Carlo Vistoli controtenore.
Autore: Rosa
Tags

Articoli simili